News Nascondi

Reati procedibili a querela: pubblicato in Gazzetta il decreto legislativo che ne amplia l'elenco

Il 24 aprile 2018 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Legislativo recante "Disposizioni di modifica della disciplina del regime di procedibilità per taluni reati in attuazione della delega di cui all'articolo 1, commi 16, lettere a) e b), e 17, della legge 23 giugno 2017 n. 103".

Il provvedimento ha esteso la procedibilità a querela di parte ai reati contro la persona e contro il patrimonio puniti con la sola pena pecuniaria o con pena detentiva non superiore a quattro anni, ad eccezione del delitto di violenza privata, nonché per i reati contro il patrimonio contemplati dal codice penale.

Il Legislatore, al fine di migliorare l'efficienza del sistema penale e favorire strumenti di conciliazione per i reati di minore gravità, ha inteso valorizzare l'interesse privato alla punizione del colpevole in un ambito in cui vi è la connotazione di una offesa a beni strettamente individuali, al fine di consentire una valutazione in concreto della gravità dell'offesa subita da parte della vittima.

Permane invece la procedibilità d'ufficio nel caso di persona offesa incapace per età o per infermità o qualora ricorrano le circostanze aggravanti di cui all'art. 339 c.p., ovvero, nell'ipotesi di reati contro il patrimonio, qualora il danno arrecato alla vittima sia di rilevante gravità. Per quanto attiene ai reati per i quali già si procede a querela di parte, nella ipotesi base, si riduce il novero delle circostanze aggravanti che comportano la procedibilità d'ufficio.

Le nuove disposizioni entreranno in vigore dal 9 maggio 2018. E' prevista una disposizione transitoria in forza della quale, in caso di reato perseguibile a querela di parte secondo la nuova normativa commesso prima della data in vigore della stessa, il termine di tre mesi per proporre querela decorre dalla predetta data, qualora la persona offesa ne abbia avuto conoscenza in precedenza.

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di piu` o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.